top of page
Cerca

DUNOTTAR / Un castello da scoprire con i cinque sensi


Dunottar Castle, Aberdeenshire. Potresti anche arrivarci in macchina, ma e' ancor piu' emozionante arrivarci a piedi. Prendi il sentiero costiero che parte dal paese di Stonehaven. Ci arrivi in bus, treno o in macchina. Seguendo il sentiero coglierai con tutti i sensi la magia del posto. Brezza del mare, i campi di orzo, le scogliere, i gabbiani... e in 45 minuti (3-4km) arrivi alla fortezza.


Immaginati la vita dentro la fortezza o l’assedio dell’esercito di Cromwell, o semplicemente ammira in silenzio la magnificenza del mare e delle scogliere

Lo vedrai ergersi su uno sperone roccioso di color scuro a picco sul mare del Nord, a circa cinquanta metri d'altezza. L'unica via d'accesso dalla terra ferma è uno stretto sentiero in pendenza che si snoda lungo la roccia.

Il castello e’ stato al cento di molti nodi storici della Scozia che abbiamo incontrato in questo viaggio.


Sembra sia stato un luogo sacro, in legno ai tempi dei Pitti

Poi nel 900 dopo l’unione tra gli scoti e i pitti fu lo scenario di una battaglia tra il re scozzese DONALD II e i VICHINGHI.

Nel 1200 il primo re della dinastia Stewart, GUGLIELMO I, detto il Leone, da cui il leone rampante sulla bandiera degli Stewart, lo utilizza castello come centro amministrativo.

Nel 1296, EDOARDO I D’INGHILTERRA invade la Scozia e conquista il forte, ma già l'anno seguente WILLIAM WALLACE durante le battaglie per l’indipendenza assedia Dunnottar dando fuoco alla chiesa, all'originario castello in legno e all'esercito inglese che vi si nascondeva all'interno.

Nel 1392 il castello venne acquisito dal CLAN DEI KEITH. Sir William Keith decide di erigere un castello sul promontorio e sostituisce tutte le fortificazioni originarie in legno con costruzioni in pietra. Costruisce una cappella privata e alloggi abitabili, stalle, caserme e magazzini, sala da ballo (35metri!). Il papa dovette intervenire e perdonarlo dopo pagamento per la costruzione su luogo sacro. Dunnottar divenne una delle fortezze più importanti del Regno scozzese. I Keith, ottengono il titolo ereditario di Earl Marischals (conti marescialli) e il loro dovere era quello di sovrintendere a tutte le cerimonie di corte e custodire i gioielli della corona scozzese, gli Honours of Scotland.


Arriva la giovane regina Maria Stuarda. Nell’autunno del 1562 a 19 anni cavalca con il suo esercito per affrontare il Conte di Huntly (il gallo del Nord). Lo affronta nella battaglia di Corrichie a 24 km da qui. Il conte muore e il suo corpo viene portato a Edimburgo e esposto come traditore. Il figlio, John, che tramava di rapire la regina e di sposarsela viene ghigliottinato davanti ai suoi occhi ad Aberdeen. Lui gridera’ che muore per il suo amore e lei si commuove. Dopo questi eventi sara’ ospite per 2 giorni a Dunotter dai Keith.

Nel 1652, infatti, il castello viene assediato dall’armata di OLIVER CROMWELL. Cromwell stava cercando di impossessarsi delle carte private del Re Carlo II e dei gioielli della corona, portati via dal castello di Edimburgo. Dunnottar sembrava inespugnabile, ma quando i cannoni inglesi iniziarono a colpire le costruzioni principali, i 70 uomini di guardia al castello, si arresero. E le carte e i gioielli? Cromwell non le trovera’. Le carte del re vengono fatte sparire, nascoste sotto le vesti di una donna del villaggio, che lascia il castello mentre i gioielli vengono calate e raccolte da una donna che faceva finta di raccogliere alghe. Le sotterra sotto pavimento della chiesa di Kinneff.


Nel 1685, in un sotterraneo buio con una sola piccola finestra che si affaccia sul mare (il whigs vault dungeon), vennero rinchiusi da Carlo II 167 COVENANTERS (122 uomini e 45 donne), per aver rivendicato l'autonomia religiosa della Scozia, contrari alla chiesa episcopale del re. Molti morirono di fame e malattia, altri deportati nelle Indie Occidentali, altri ancora uccisi mentre cercavano di fuggire.

Nel 1715 il decimo Conte Maresciallo e suo fratello, presero parte all'insurrezione GIACOBITA di Sheriffmuir. Perdono. Condannato per tradimento, il castello venne confiscato, smantellato e venduto al miglior offerente.


Nei tempi moderni il nostro compianto regista Franco Zeffirelli giro' l’Amleto (1990) con un giovane Mel Gibson (pre-braveheart) e Glenn Close.


P.S. Non lo nascondo, Dunotter e' in cima alla mia top ten dei castelli scozzesi.

 

Ticket acquistabile sul posto, chiusura estiva alle 17.30




54 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page